Dai miei predecessori mi è sempre stato trasmesso che possedere un’auto d’epoca significa avere una vera fortuna. La valutazione di questi veicoli è elevata e spesso la loro vendita, fra collezionisti e appassionati può fruttare un buon guadagno. E di vantaggi ce ne sono ancora molti in termini di assicurazione, bollo auto e revisione ..infatti sono senz’altro allettanti!

Quali sono le auto d’epoca? Quali sono i loro requisiti e le relative normative? Come vedremo cambiano da stato a stato.

gazzanti pugliese di cotrone auto d’epoca

In Italia un’auto è considerata d’epoca se ha più di 30 anni di età dalla data di costruzione ed è stata…


Eccoci alla seconda puntata dei Film da vedere in zona rossa secondo Antonio Gazzanti Pugliese di Cotrone. Nessuna forma d’arte è migliore del cinema per trasportarci immediatamente in una realtà più incantevole e consolante della nostra.

Copertina, divano, pop-corn e telecomando in mano: partiamo!

Film da vedere secondo Antonio Gazzanti Pugliese di Cotrone

Se vuoi che qualcuno salvi il mondo

Tutto questo tempo libero e niente che succeda davvero. Ecco, è proprio un buon momento per recuperare uno dei film di James Bond. Non servono tutti, diciamo che forse il migliore che include la sconfitta del male anche a suon di battute, una storia d’amore e una gioia per gli occhi di donne e uomini è sicuramente La spia che mi amava (1977). Un film dal perfetto equilibrio tra pericolo credibile ed evasione auto-parodica: per quanto sia piacevole quando l’agente 007 porta a termine il…


Il cinema è sempre stato uno strumento di evasione, ed è sicuramente la prima volta nella storia moderna in cui viviamo un periodo da cui vogliamo scappare — tutti — contemporaneamente. Antonio Gazzanti Pugliese di Cotrone ha raccolto una lunga selezione di film da vedere in zona rossa.

Proporrà molte gemme cinematografiche, in due puntate, che ci aiuteranno a far passare prima la reclusione in casa (e le preoccupazioni). Una coperta e un barattolo di gelato sono facoltativi, ma comunque consigliati. Partiamo.

Se vuoi rilassarti e non pensare ai problemi

In tempi di difficoltà, è estremamente soddisfacente seguire le vicende di persone che non hanno problemi. Un film da guardare in quarantena potrebbe essere la storia di J Harold Manners, il milionario interpretato da Harold Lloyd ne “Il re degli straccioni” (1926). Mentre in molte storie gli eroi sono spesso colpiti dal crimine e dalle difficoltà, il marchio di fabbrica di Lloyd è all’insegna di un’allegria costante. …


Il marchio Maserati festeggia un evento importante: il 70° anniversario della A6G 2000, elegante alla maniera Maserati, bella sempre soprattutto a questa età!

Uscita nel febbraio del 1951, rappresentava la serie A6 che venne prodotta dal 1947 al 1956 in omaggio ad Alfieri Maserati.

Quest’auto è un perfetto esempio dello stile italiano unico del marchio. Maserati ha prodotto solo 16 pezzi di A6G 2000, creando un classico sbalorditivo. Si sono divisi in: Nove Coupé 2 + 2 di Pinin Farina, un’altra A6G 2000 Coupé bicolore è stata allestita da Vignale, il famoso carrozziere italiano, più cinque Spider su misura e una Coupé disegnato da Pietro Frua. …


Il Maggiolino della Volkswagen festeggia un’età importante. Quello che era iniziato come un “progetto di prestigio” nei piani dei nazionalsocialisti prima della seconda guerra mondiale divenne in seguito la Volkswagen Tipo 1, poi conosciuta come Beetle, la cui produzione iniziò ufficialmente il 27 dicembre 1945, dopo che la gestione fiduciaria di Volkswagenwerk GmbH fu assunta dal governo militare britannico nel giugno del 1945. La fabbrica della società fu in gran parte distrutta durante la guerra, ma la struttura venne ricostruita nell’agosto del 1945 grazie a un ordine del governo militare britannico che necessitava di 20.000 veicoli. È per loro che nacque il leggendario Maggiolino.

Volkswagen ha ripercorso la nascita del Maggiolino in occasione dell’anniversario che segna i primi 75 anni di questa auto iconica. La macchina di produzione tedesca è la seconda auto più venduta al mondo nella storia, e nel dicembre 1945 diede inizio alla sua ascesa con 55 esemplari. Già nell’anno successivo, la produzione aumentò a circa 1.000 unità al mese. Inizialmente, le difficoltà furono molteplici: non c’era abbastanza forza lavoro per soddisfare la richiesta, e in quel periodo immediatamente successivo alla guerra c’erano grandi difficoltà nell’approvvigionamento energetico e nella reperibilità delle materie prime.

Il Maggiolino della Volkswagen simbolo di rinascita

Nel…


Chrysler progettò la Dodge Royal Indy Pace Car Cabrio del 1954 per partecipare alla 500 Miglia di Indianapolis, il più grande spettacolo di corse d’America. Quell’anno fecero di tutto per promuovere la Dodge.

Stabilirono un totale di 196 record di velocità su terra alle Bonneville Salt Flats. Poi la Dodge portò a casa un punteggio perfetto nella Mobilgas Economy Run, classificandosi come il “Greatest Dodge in 40 Years”. Dodge fu anche lo sponsor di un memorabile programma televisivo americano di Danny Thomas: “Make Room For Daddy”. Fu così che partecipò alla 38esima 500 Miglia Annuale di Indianapolis. Con tutte le principali reti radio che raccontavano la gara, la notorietà di avere una Dodge che percorreva la gara di Indy 500 fu un bel colpo di marketing per Chrysler.

L’edizione Pace Car del 1954…


Un argomento che non viene trattato spesso (il che è sorprendente considerando la quantità di persone che possiedono un’auto d’epoca) è la pulizia e la lucidatura delle auto d’epoca. Anche se i fondamenti dei dettagli rimangono gli stessi che per le auto normali, ci sono alcune parti del processo alle quali dobbiamo prestare particolare attenzione per evitare di danneggiare la vernice.

Pulitura e lucidatura macchine d’epoca

Per prima cosa, la pulizia. Utilizziamo subito il metodo dei due secchi riempiti di acqua insaponata e che saranno destinati uno per il risciacquo e uno per il lavaggio. Questo è il metodo migliore per prevenire graffi e vortici. Il ragionamento alla base è che quando laviamo, il guanto utilizzato raccoglie lo sporco, quindi possiamo risciacquarlo nel secondo secchio in modo da non contaminare il primo con dell’acqua sporca.

I materiali: panni di microfibra e guanti per il lavaggio. Buttiamo via la vecchia spugna. Per lavare un’auto d’epoca servono guanti da lavaggio in microfibra per evitare danni alla vernice. Consiglio…


Una recente ricerca condotta da ricercatori e giornalisti vede sul podio 3 auto sportive di eccellenza che se pur non hanno avuto in passato il successo sperato, oggi risultano essere le auto d’epoca più amate

Ferrari Mondial 8

Al terzo posto si classifica la Ferrari Dino GT4 legata al giovane rampollo della famiglia Ferrari scomparso prematuramente, a cui fu dedicato l’omonimo marchio: fu lanciata nel 1974 come Dino 308 GT4 e successivamente fu affiancata dalla 208, la versione dai consumi ridotti.

Al secondo posto troviamo la Maserati Biturbo, di Alejandro de Tomaso, allora alla guida della Casa del Tridente, che incarna il desiderio di riscatto dei ruggenti Anni ’80. Nel 1982 il lancio sul mercato ebbe problemi dovuti a una progettazione troppo veloce e problemi di affidabilità per via della corsa alla commercializzazione. …


L’art.167 del codice civile stabilisce che “ciascuno o ambedue i coniugi, per atto pubblico, un terzo, anche per testamento, possono costituire un fondo patrimoniale, destinando determinati beni, immobili o mobili iscritti in pubblici registri, o titoli di credito, a far fronte ai bisogni della famiglia”.

Nella maggior parte dei casi oggi il fondo patrimoniale ad oggetto beni immobili. L’obiettivo del legislatore è quello di creare un istituto attraverso il quale vincolare determinate attività patrimoniali alla vita ed ai bisogni della famiglia. Con il fondo patrimoniale si superano i vecchi istituti della dote e del patrimonio familiare. La dottrina più diffusa non considera il fondo patrimoniale come un vero e proprio regime patrimoniale familiare. Secondo questo orientamento, infatti, i regimi patrimoniali della famiglia sono caratterizzati da una, almeno tendenziale ,genericità. Al contrario il fondo ha ad oggetto beni determinati . Il fondo patrimoniale si costituisce principalmente…


Com’é noto la figura del notaio è molto antica ed è presente ,sin da tempi remoti, in molte civiltà.

notaio Antonio Gazzanti Pugliese

Solitamente i primi “ notarili”, ancorché sui generis ,si fanno risalire all’ambiente della Roma repubblicana e ,poi ,dell’impero romano. Ma gli storici affermato che è possibile una ancora piú antica assimilazione tra la figura notarile e quella degli “scribi “ed, in questo senso ,si può risalire nel tempo a periodi ben antecedenti all’esperienza romana ed in ben differenti collocazioni geografiche. Comunque sia l’evoluzione del notariato ,ed in particolar modo ,del notariato italiano ,le cui radici si ritrovano solitamente nel periodo della dominazione longobarda nella penisola ,si è sempre caratterizzata per originalità, ricchezza di esperienza, protagonismo e professionalità. Anche dal punto…

Antonio Gazzanti Pugliese di Cotrone

Antonio Gazzanti Pugliese, oltre ad essere un notaio stimato ha diversi interessi di cui piace approfondire curiosità e tematiche diverse.

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store